Ci lascia Carrie Fisher, colpita da infarto

star-wars-vii
Carrie Fisher nei panni della principessa Leia

Quando uscì “Guerre stellari” ricordo benissimo che tutti i maschietti della mia generazione si presero una sbandata per la principessa Leia (Leila nel film in italiano). Del resto come darci torto? Non era proprio il tipo convenzionale di principessa a cui noi 9enni eravamo abituati, sì insomma era una principessa tascabile (un metro e mezzo, chiedere a R2-D2) non proprio di bellezza canonica, comunque carina, con quelle trecce nere arrotolate sulle orecchie; allora perché innamorarsi di lei? Perché era così, e se poi pensiamo che era anche contesa dai due protagonisti, accese ancor di più la voglia di avere una donna così quando baciò il suo salvatore Han Solo quasi ridendo sul fatto che l’altro era suo fratello. In qualche modo era come se si fosse liberata, sì, nonostante avesse scelto il generale Solo, era libera per tutti noi. Potenza di un personaggio “normale” che in questa favola (ricordiamo l’incipit del film “in una galassia lontana lontana) riesce anche a divorziare dal marito, il generale Solo appunto, e ad avere un figlio non proprio come ci si sarebbe aspettato. Potenza di un’attrice, Carrie Fisher, che col suo volto piacevole e gli occhioni a palla ha dato vita ad una delle principesse più longeve della storia del cinema. Carrie Fisher non c’è più, ci ha lasciato, stroncata da un attacco cardiaco, soli nella nostra realtà mentre è ancora viva dall’altra parte, sola, e senza il ritrovato ex marito Han Solo, ucciso dal figlio Ben. Carrie Fisher però non è stata solo la principessa Leia, personalmente amo molto ricordarla nel ruolo dell’ex fidanzata di Jake “Joliet” Blues (John Belushi) nel capolavoro di John Landis “The Blues Brothers”, l’unica che sia mai riuscita a conquistare il cuore di Jake, tranne che per un particolare, lui la piantò sull’altare. Mi piace anche ricordare che Carrie era figlia del crooner Eddie Fisher e della cantante-attrice Debbie Reynolds.
(Enzo Latronico)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...