Youth. La giovinezza di Paolo Sorrentino

Youth-La-Giovinezza-nuovo-trailer-senza-censure-del-film-di-Paolo-SorrentinoUno straordinario affresco sulla vita. Per tutta la vita Flaubert ha cercato di scrivere un romanzo sull’inutilità (diceva Jep Gambardella ne “La grande bellezza” mentre si proponeva lui come eventuale scrittore dell’inutile), ci sta riuscendo invece Paolo Sorrentino con i suoi racconti di vita, più o meno nobili, più o meno vuoti, innestati nella grandezza di luoghi straordinari. I tempi sono cambiati e i linguaggi sono completamente diversi, e se in qualche modo è riconducibile, per tematiche a Fellini e Bunuel, e per scenografie e messa in scena a Visconti, d’altro canto Sorrentino vive di luce propria in un epoca cinematografica che non ha quasi più niente da dire perché tutto è già stato detto. Riesce a portare avanti un’idea di cinema d’antan ma nuova nel linguaggio, per questo è un fortunato: può sperimentare e reinventare il classico con successo (e bisogna essere capaci di farlo e lui lo è) avendo alle spalle una gloriosa storia del cinema, esattamente come fecero Visconti, Fellini e Bunuel, che questa storia l’hanno anche fatta; ora bisogna solo aspettare, e se il tempo mi darà ragione, Sorrentino sarà tra i pochissimi ad essere ricordato e annoverato. Youth potrebbe tranquillamente essere il seguito ideale de “La grande bellezza”, infatti, se nella sua precedente opera raccontava la disillusione e il vuoto, il tempio del nulla che albergava nell’animo “stanco” di Jep Gambardella, una condanna dalla quale lo stesso protagonista non aveva nessuna intenzione di fuggire, che parlava dell’uomo non di Roma e il titolo dell’unico libro che aveva scritto lo stesso Gambardella era di per sé eloquente “L’apparato umano”; Roma era solo scenografia, cornice e contesto, e il linguaggio di Sorrentino era necessariamente classico e a tratti noioso, lento, ricco di pianisequenza e sinuosi movimenti di macchina, era una grammatica, ti prendeva per mano e ti conduceva attraverso la bellezza romana per sottolineare un malessere, una specie di: tanto ho fatto e adesso non me ne frega più di niente e di nessuno, la decadenza era solo e tutta umana e apparteneva solo a Jep Gambardella. I protagonisti di Youth invece, sono prigionieri in una gabbia fatta di emozioni dalla quale vorrebbero fuggire, al contrario di Gambardella che si crogiolava nella sua solitudine. Qui la solitudine è fatta di vite spezzate e spesso buttate via, con tanto di giustificazione firmata dai genitori. Tutti hanno ragione e tutti hanno torto, tutti sono alle terme nel vano tentativo di “ripulirsi un po’” e magari sentirsi a posto nell’animo e anche qui il contesto dona al tutto uno splendido momento di riposo e di distacco dalla pesantezza delle vite raccontate. Sorrentino predilige vite di artisti, forse perché sono le più difficili da capire, forse perché a tutti i comuni mortali piace vedere cosa c’è dietro: nulla, e scrostate dal loro male di vivere restano soltanto due vecchietti che in una piscina ammirano Miss Universo nuda. C’è anche il gusto un po’ sadico di smascherare la mistificazione dell’arte ma sempre con un tocco di raffinato intellettualismo. Riflessioni e filosofia sul tempo che passa, sul passato e sul futuro e alla fine quello che resta è solo la giovinezza, quasi come fosse un principio unico e motore immobile di tutto. Deprimente? A tratti. Ci sta, ci vuole, è la narrazione che lo richiede, Sorrentino l’ha capito benissimo, è bravo e riconcilia col cinema italiano. Spiace che a Cannes sia stato ignorato nonostante i quindici minuti d’applausi.
(Enzo Latronico)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...