American Hustle. L’apparenza inganna

american-hustleAmbientato nel solco già abbondantemente sfruttato dei rutilanti gangster anni ’70, riesce comunque a non essere banale e a tenere l’attenzione sino alla fine anche per la maestria degli interpreti, tutti davvero eccellenti. Peccato il lieto fine che stomaca un po’, ma nel complesso direi un bel film. Questo “trambusto” tutto americano si mette in moto con la ricostruzione esilarante della pettinatura “con riporto” alquanto originale che caratterizza, insieme ad una pancia spesso ostentata, il personaggio di Irving Rosenfeld, un Christian Bale la cui forma fisica non ha davvero più niente a che spartire con quella esibita in Batman. La passione per Duke Ellington accende e unisce in modo indissolubile i due protagonisti principali, Irving Rosefelf appunto e Sidney Prosser, bellissima Amy Adams, e la colonna sonora accompagna in modo magistrale l’intera narrazione, passando da Elton Jhon, a Donna Summer a Tom Jones solo per citarne alcuni. I piani narrativi sono multipli, dall’imbroglio in cui poi è imbrogliato chi voleva imbrogliare, alla storia d’amore vissuta fra passione, vera e profonda e condivisione di un progetto esistenziale, il tradimento mai consumato di una Lady Edith, alias Sidney Prosser, con un esaltato quanto improbabile e inconcludente agente FBI, Richie Dimaso, Bradely Cooper, alla scalata del proprio egoistico successo personale. La fanno da padroni i cattivi che alla fine, grazie alla prospettiva del regista, David O. Russel, ci sembrano migliori dei buoni, probabilmente per questo premiati dal lieto fine. Da vedere.

(Victoria Raimond)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...